Deformità della colonna vertebrale in chiropratica

Deformità della colonna vertebrale in chiropratica

 

LA SCOLIOSI

Inizio cura età 9 anni, 13 anni e completata età 15 anni

 

DEFORMITà DELLA COLONNA VERTEBRALE IN CHIROPRATICA:

La scoliosi è una curva laterale nel piano coronale a uno o più livelli del rachide e accompagna spesso la crescita dei bambini e adolescenti.

E’ importante per tutti genitori sottoporre i figli ad un esame della colonna almeno una volta durante la crescita per la valutare lo sviluppo scoliotico.

La scoliosi è un “male insidioso”: può avere esiti compromettenti sulla funzione cardiovascolare e  sul sistema articolare perché “evolve” negli anni se non viene curata o stabilizzata all’età della crescita: Da 1° a 2° all’anno, in riferimento alla misura dell’ Angolo di Cobb della curva maggiore, da 5° a 8° gradi per ogni gravidanza.

La variabilità di questo dato è dovuta alla conformazione fisica di ogni paziente, al suo sistema osteo-articolare nonché al suo stile di vita.

. Classificazione delle scoliosi :

  • Non Strutturate : La curva si corregge nella flessione laterale e distensione del busto, la mobilità articolare vertebrale è presente.
  • Posturale: Si sviluppano nei primi 12 anni di vita, curve lieve.
  • Compensatorie: Risultano da una gamba anatomicamente più corta (20% popolazione ne è affetta circa).
  • Strutturate: la curva non si corregge nei movimenti del busto, flessione laterale e distensione, indicando la perdita della mobilità articolare delle vertebre.
  • Idiopatiche: le più frequente (fino a 80%), ereditarie. Sviluppo precoce dai 3 ai 10 anni di vita, molto aggressive nei picchi di crescita.
  • Congenite: dovute a un difetto di struttura ossea , per esempio: emivertebra, fusione delle costole, spina bifida.
  • Traumatiche: fratture di una o più vertebre, fratture o lesioni extra vertebrali.
  • Patologiche: Neuropatie, Miopatie, Malattie del collagene, reumatiche, osteogenesi imperfecta, etc…..

Su 100 pazienti in età adulta che soffrono di mal di schiena , 75 sono affetti da scoliosi che ha progredito nel tempo.

La cura della scoliosi in Chiropratica è basata su un accurato esame della postura nonché delle radiografie di tutto il rachide e del bacino in posizione eretta (ortostatismo), la valutazione dell’appoggio podalico con eventuale correzione a mezzo di plantari (soprattutto nei bambini) , la valutazione dell’angolo di Cobb , la presenza di gibbo . La valutazione del segno di Risser per la crescita e la maturazione vertebrale. Le correzioni si fanno su tutto il Rachide e non solo al livello della curva la più accentuata.

 

Misura dell’angolo di Cobb

Perdita della mobilità articolare dorsale con deformazione delle costole e presenza di gibbo (gobba unilaterale) a destra.

 

IPERCIFOSI TORACICA

La misura della cifosi fisiologica (naturale) varia a secondo dell’età tra i 25 e i 45 gradi, angolo di Cobb. Al di sopra dei 45° si parla di ipercifosi o di marcata cifosi, è valutabile nel piano sagittale e appare come dorso curvo, coinvolgendo anche le spalle e il collo, accompagna spesso la scoliosi.

Nei peggiori dei casi, diventa una  gobba dovuta a malformazioni congenite delle ossa.

L’aggravo della cifosi dorsale nell’età avanzata : le donne sono più a rischio per vulnerabilità dell’apparato scheletrico come nei casi di osteoporosi, deformazione o crollo vertebrale, sviluppo di osteoartrosi.

La patologia la più frequente associata alla ipercifosi toracica nell’età giovanile è il morbo di Scheuermann o osteocondrosi spinale.Si tratta di un disturbo della crescita dei corpi vertebrali che diventano cuneiforme nella parte anteriore.

E importante accertarsi che il paziente non presenti altre deformazioni delle curve spinale poiché la cifosi dorsale marcata è spesso accompagnata da Iperlordosi Lombare e Cervicale. 

Nella maggior parte dei casi, la deformazione inizia con l’atteggiamento cifotico, tipico dell’età dello sviluppo: Testa e Collo in Flessione, sguardo basso e spalle curve in avanti. Di solito, l’adolescente ha difficoltà a controllare la propria postura per pigrizia, in altri casi può coincidere con una chiusura o passività caratteriale oppure una debolezza nel tono muscolare dei paravertebrali.

Le tecniche manuale in Chiropratica sono utile per riportare la convessità posteriore nella norma, migliorare la mobilità articolare e togliere eventuali spasmi muscolari. I trattamenti sono spesso completati con la mobilizzazione del rachide cervicale che presenta quasi sempre rigidità compensatorie. L’aiuto di esercizi mirati, di rieducazione posturale e respiratoria  è fondamentale per raggiungere ottimi risultati.

La correzione della ipercifosi toracica è di prima importanza onde di contrastare un vizio di postura che proseguirà nella vita adulta con conseguenze che possono partire dalla semplice dorsalgia o dal mal di testa e finire non solo con peggioramento della cifosi dorsale ma anche con l’alterazione della curva cervicale (“iperlordosi cervicale”, perdita o inversione della curva :“cifosi cervicale”) e sviluppo di ernie discale e nevralgie.

Atteggiamento posturale con dorso curvo e iperlordosi cervicale